Psicoterapia dell’età evolutiva a Parma e Reggio Emilia

Psicoterapeuta dell’età evolutiva
nelle province di Parma e Reggio Emilia

“L’interazione sociale è l’origine e il motore dell’apprendimento” (Lev Vygotskij)

Valentina Gizzonio iscrizione all’albo A degli Psicologi dell’Emilia Romagna N°8824

Psicoterapia dell'età evolutiva

Cos’è la Psicoterapia

All’interno della psicologia, la psicoterapia è una specializzazione sanitaria il cui accesso è riservato a Medici e Psicologi iscritti ai rispettivi albi professionali.

Quali sono gli obiettivi?
In generale, l’obiettivo della psicoterapia consiste nello sviluppare consapevolezza riguardo i processi emotivi e di pensiero che sono causa di difficoltà e, contemporaneamente, promuovere l’autonomia nella gestione degli stessi.

Nell’ambito della psicoterapia esistono diversi approcci teorici e metodologici che si riflettono, nella pratica, nell’utilizzo di strumenti e tecniche differenti.

Qual è la cornice teorica della mia formazione?
Il modello di uomo a cui la Terapia Cognitiva ad indirizzo Costruttivista ed Evolutivo fa riferimento, è quello dell’essere umano come attivo costruttore della propria realtà, il cui codice di significato poggia e viene mediato dalla storia di attaccamento che ne ha caratterizzato lo sviluppo emotivo/affettivo. All’interno di questo modello, le difficoltà che si manifestano attraverso i sintomi possono essere attribuibili a schemi di pensiero e/o emotivi poco flessibili e alla scarsa integrazione tra sfera cognitiva ed emotiva.

A chi è rivolta la psicoterapia?

A bambini, adolescenti ed adulti. A seconda della fase di vita, il setting terapeutico è strutturato in maniera diversa.

La Psicoterapia in età evolutiva

Quanto più l’età del bambino è minore, tanto più è necessario lavorare con il sistema familiare con l’obiettivo di dotare di significato il disagio che il piccolo paziente esprime (attraverso comportamenti disfunzionali, reazioni emotive e problematiche legate al corpo) e supportare il sistema genitoriale verso modalità relazionali più efficaci.I genitori sono al centro della relazione terapeutica con il fine di esplorare da una parte la relazione di attaccamento e accudimento con il proprio figlio e, dall’altra, per comprendere quali aspetti della propria storia familiare sono stati significativi nell’instaurarsi di un particolare stile affettivo ed emotivo.

Il percorso terapeutico prevederà, a seconda delle specifiche esigenze, momenti di osservazione del nucleo familiare, interventi mirati sulla interazione tra genitori e bambino, parent-training, percorsi individuali con il bambino, colloqui con gli insegnanti.Per poter prendere in carico un bambino e/o adolescente che non ha ancora raggiunto la maggiore età, è necessario il consenso informato da parte di entrambi i genitori, anche se separati, divorziati o conviventi.

Prenota subito un appuntamento

Quando accorgersi se si ha bisogno di una psicoterapia?

In generale, è necessario iniziare a pensare di rivolgersi ad uno specialista se si nota un cambiamento (in eccesso o in difetto) nei comportamenti del proprio bambino che sono fonte di disagio per il bambino stesso o per chi gli sta intorno.

  • Problemi legati al corpo non giustificate da malattie mediche
  • Rifiuto e/o difficoltà ad andare a scuola
  • Difficoltà nella gestione dell’ansia (a casa, a scuola)
  • Difficoltà nel rapporto con i coetanei
  • Enuresi notturna
  • Pensieri ricorrenti e comportamenti ritualizzati
  • Mutismo selettivo
  • Comportamento oppositivo e provocatorio
  • Iperattività
  • Difficoltà scolastiche
  • Problematiche legate alla condotta alimentare

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi