Le emozioni come onde del mare

Condividi su:

Le emozioni sono come onde del mare. Di fronte a particolari situazioni o vissuti nascono, raggiungono il loro picco e si dissolvono. Come il moto continuo delle onde del mare, questa sequenza si ripete, uguale a se stessa, ogni volta che una parola o un evento o una particolare persona attiva in noi un pensiero ed una emozione non elaborati.

Ma quali sono le caratteristiche delle emozioni non elaborate?

Nel libro “Che Rabbia!”, l’autrice Mireille d’Allancé caratterizza in maniera puntuale la traiettoria di una emozione potentissima come la rabbia, fornendo indizi su come una emozione si innesca, raggiunge l’apice e si dissolve.

Nel libro, l’innesco della rabbia avviene quando il piccolo Roberto, reduce da una brutta giornata, una volta a casa viene accolto da un papà impegnato e poco attento alla condizione emotiva del figlio. Il rifiuto da parte di Roberto nel mangiare gli spinaci spinge il papà a mandarlo in camera sua. In camera Roberto sente salire una emozione che diventa sempre più forte. La rabbia è così poco integrata e non gestita che sfugge al controllo del bambino diventando un qualcosa di altro da sé e che raggiunge l’apice con manifestazioni comportamentali come rompere gli oggetti della propria camera, compresa la cosa più preziosa per Roberto stesso: il baule dei giocattoli. A seguito di una così forte esplosione, segue il momento della riparazione (nel libro Roberto cerca di riparare gli oggetti rotti), e quindi del ritorno allo stato emotivo precedente la rabbia. Il piccolo protagonista nel libro dissolve l’emozione non solo attraverso un tentativo di riparazione degli oggetti ma anche chiudendo la rabbia dentro una scatola.

L’assenza di un adulto nella gestione di questo processo emotivo insieme all’atto di mettere da parte una emozione, porterà Roberto a non riflettere, integrare e gestire questa emozione dentro sè che, come il moto continuo delle onde del mare, è destinato a ripetersi, uguale a se stesso, con maggiore intensità.

Nell’articolo “Come insegnare la gestione delle emozioni” descrivo quali sono gli ingredienti necessari al fine di imparare a percepire, riconoscere, gestire e integrare le emozioni all’interno della propria mappa cognitiva ed emotiva.

Condividi su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi